La Presidenza del Consiglio dell'Unione europea
Funzioni e compiti durante il Semestre di Presidenza

Dal primo luglio al 31 dicembre 2014 l'Italia eserciterà la Presidenza di turno del Consiglio dell'Unione europea, un ruolo svolto altre undici volte nella storia dell’Unione, iniziata il 25 marzo del 1957 con i Trattati di Roma, costitutivi della Comunità economica europea (Cee) e della Comunità europea dell'energia atomica (Euratom).

La Presidenza del Consiglio Ue.

Il Consiglio dell'Unione europea, detto anche Consiglio Ue, è l'istituzione che riunisce i governi dei singoli Stati membri. Esso negozia e adotta la nuova legislazione dell’Ue su un piano di sostanziale parità con il Parlamento europeo, concorre ad adattarla, ove necessario, e coordina le politiche. Il Consiglio è un’entità giuridica unica, ma si riunisce in dieci diverse “formazioni” a seconda dell’argomento su cui è chiamato a deliberare. I ministri dell’Ambiente si riuniscono pertanto nella formazione Consiglio “Ambiente”, i ministri dell’Economia e delle Finanze si riuniscono nella formazione “Economia e Finanze” e così via per i diversi settori. 

La Presidenza del Consiglio dell'Unione europea è assunta a rotazione da uno Stato membro ogni sei mesi in base ad un ordine prestabilito. Il primo Semestre inizia il primo gennaio e termina a fine giugno; il secondo Semestre ha inizio il 1° luglio e finisce il 31 dicembre.

Come funziona e quali compiti svolge?

Durante questi sei mesi l'Italia ha il compito di preparare, coordinare e presiedere i lavori del Consiglio, agendo come mediatore neutrale (honest broker), al fine di promuovere le decisioni legislative, le iniziative politiche e negoziando compromessi tra gli Stati membri.

La Presidenza ha due compiti principali:

a) pianificare e presiedere le sessioni del Consiglio e le riunioni dei suoi organi preparatori. La Presidenza si fa carico dell'agenda del Consiglio e presiede due riunioni del Consiglio europeo, dei vari Consigli dei ministri (ad eccezione del Consiglio "Affari esteri"), le riunioni dei suoi organi preparatori, numerose riunioni ministeriali informali, vertici e altri incontri tra l'Ue e i Paesi terzi e molti altri eventi a carattere settoriale;

b) rappresentare il Consiglio nelle relazioni con le altre istituzioni dell'Ue. In particolare con la Commissione e il Parlamento europeo. Il suo compito è adoperarsi per raggiungere un accordo sui fascicoli legislativi attraverso triloghi, riunioni informali di negoziazione e riunioni del comitato di conciliazione.

La Presidenza lavora in stretto coordinamento con il Presidente del Consiglio europeo e l'Alto rappresentante per gli affari esteri, ne sostiene i lavori e può talvolta essere invitata a svolgere determinate mansioni per conto dell'Alto rappresentante, come ed esempio rappresentare il Consiglio "Affari esteri" dinanzi al Parlamento europeo o presiedere il Consiglio "Affari esteri" quando quest'ultimo discute questioni di politica commerciale.

La Presidenza e il Parlamento europeo.

Ogni anno, a gennaio e a luglio, lo Stato membro che detiene la Presidenza di turno presenta il proprio programma semestrale al Parlamento europeo. A giugno e dicembre, alla fine della Presidenza, il Capo di Stato o di governo si presenta davanti al Parlamento europeo per illustrare l'azione svolta e fornire un resoconto dell'ultimo incontro del Consiglio europeo. Inoltre, durante il Semestre di Presidenza, i ministri riferiscono alle commissioni del Parlamento europeo sugli sviluppi del lavoro nei settori di rispettiva competenza.

La rotazione della Presidenza.

Roma subentra ad Atene, che ha svolto la funzione di Presidente di turno del Consiglio dell’Ue da gennaio a giugno, in base a un meccanismo che prevede la rotazione della Presidenza del Consiglio dell'Ue ogni sei mesi, secondo un ordine prestabilito. L'attuale ordine di rotazione semestrale della Presidenza del Consiglio dell'Ue fino al 2020 è il seguente:

Italia: luglio - dicembre 2014

Lettonia: gennaio - giugno 2015

Lussemburgo: luglio - dicembre 2015

Paesi Bassi: gennaio - giugno 2016

Slovacchia: luglio - dicembre 2016

Malta: gennaio - giugno 2017

Regno Unito: luglio - dicembre 2017

Estonia: gennaio - giugno 2018

Bulgaria: luglio - dicembre 2018

Austria: gennaio - giugno 2019

Romania: luglio - dicembre 2019

Finlandia: gennaio - giugno 2020

 

Ultimo aggiornamento: martedì 10 giugno 2014