Infografiche
Consiglio dell'Unione Europea, tutto quello che c'è da sapere
Il Consiglio spiegato punto per punto

Il Consiglio dell'Unione europea nasce con il Trattato di Parigi del 1952 che ha istituito la Comunità europea del carbone e dell'acciaio (CECA). Gli Stati membri che si riunivano nel Consiglio erano sei: Belgio, Francia, Germania, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi.

Il Consiglio è l'istituzione comunitaria che riunisce i ministri di tutti i paesi dell'UE al fine di adottare le normative e coordinare le politiche.

COMPITI

• Approva la legislazione dell'UE
• Coordina le politiche economiche generali dei paesi membri
• Firma accordi tra l'UE e gli altri paesi
• Approva il bilancio annuale dell'UE
• Elabora la politica estera e di difesa dell'UE
• Coordina la cooperazione fra i tribunali e le forze di polizia nazionali dei paesi membri

MINISTRI

In occasione di ogni riunione del Consiglio, nelle 10 formazioni, ciascun paese è rappresentato dal ministro responsabile della materia trattata in quell'occasione. 

PRESIDENTE

Il Consiglio dei ministri degli Esteri ha un presidente permanente, l'Alto rappresentante per la politica estera e di sicurezza dell'UE. Tutte le altre riunioni del Consiglio sono presiedute dal ministro competente del paese che esercita la presidenza di turno dell'UE

VOTO

A seconda dell'argomento discusso, il Consiglio dell'UE decide
• a maggioranza semplice (con il voto favorevole di 15 Stati membri)
• a maggioranza qualificata (con 260 voti favorevoli, di almeno 15 Stati membri)
• all'unanimità. Di norma, il Consiglio adotta le decisioni a maggioranza qualificata

NOVITA'

Dal 1° novembre 2014 verrà introdotto un sistema di votazione a doppia maggioranza qualificata. Una proposta sarà adottata se otterrà:
• maggioranza dei Stati membri del Consiglio (almeno 55%)
• maggioranza della popolazione UE (i paesi a favore devono rappresentare almeno il 65% della popolazione comunitaria)

Allegati:
Ultimo aggiornamento: martedì 5 agosto 2014