Post
Lunedì 21 luglio a Milano riunione dei Ministri Ue dell'Industria
La rinascita dell’industria manifatturiera europea al centro della prima giornata della riunione informale Competitività

CC Flickr / indrasensi

L’industria manifatturiera europea ha perso infatti negli ultimi anni sempre più valore aggiunto passando dal 20 all’attuale 15% del prodotto interno lordo (pil), con una tendenza a perdere ulteriormente quota. Obiettivo del semestre italiano di presidenza dell’Unione europea è quello di riportare di nuovo al 20% entro il 2020 la creazione di valore del settore industriale rispetto alla ricchezza prodotta nel Vecchio continente.

E’ questo il tema centrale della riunione informale dei ministri europei per l’industria che si tiene a Milano lunedì 21 luglio, presieduto dal ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi.

I lavori, che si tengono al Centro Congressi della Fiera di Milano, prevedono gli interventi, tra gli altri, del neo-commissario europeo all’Industria Ferdinando Nelli Feroci, del ministro dell’Economia maltese Christian Cardona, del vice premier lussemburghese Etienne Schneider e del segretario di Stato agli affari economici tedesco Rainer Baake. 

Le conclusioni della prima giornata della riunione informale Competitività sono illustrate dal ministro Federica Guidi nel corso di una conferenza stampa alle 15,30 circa. 

Ultimo aggiornamento: venerdì 18 luglio 2014