Post
Marchi di impresa, Consiglio Ue trova l’accordo
Gozi: "Riforma cruciale per la competitività dell'economia europea"

Il Comitato dei Rappresentanti permanenti ha raggiunto un accordo su una posizione comune in merito alla modernizzazione del sistema Ue dei marchi di impresa. La Presidenza italiana del Consiglio è stato incaricata di avviare i negoziati con il Parlamento europeo al fine di concludere rapidamente un accordo. 

Il Sottosegretario di Stato italiano con delega agli Affari europei, Sandro Gozi, ha commentato: “L’accordo raggiunto oggi in seno al Coreper in merito al pacchetto di riforme sui marchi dell’Ue è di cruciale importanza per la competitività dell’economia europea. I settori che più si avvalgono della forza del marchio generano un terzo del PIL totale dell’Unione e più di un quinto dei posti di lavoro dell’Ue. Il pacchetto prevede un efficiente sistema dei marchi, che comprende misure contro la contraffazione ed è pertanto fondamentale per sostenere le imprese, stimolare la crescita e tutelare i consumatori europei. Un elemento importante è l’attenzione che si intende dedicare alle merci in transito nell’Ue”.

La riforma del sistema attuale migliorerà le condizioni per le imprese che potranno così innovare e trarre vantaggio da una più efficace tutela dalle contraffazioni, comprese le merci contraffatte in transito nel territorio dell’Ue. 

Per maggiori informazioni vedi il comunicato stampa del Consiglio dell’Unione europea.

Ultimo aggiornamento: mercoledì 23 luglio 2014