Post
L'Europa non volterà le spalle di fronte ai massacri in Iraq
Il premier Renzi a Baghdad ed Erbil

Renzi in Iraq

L'Europa in questi giorni deve essere qui, altrimenti non e' Europa; e se qualcuno pensasse che davanti ai massacri in Iraq l'Europa volta le spalle e pensa solo allo spread, ha sbagliato previsione oppure ha sbagliato semestre. Queste le parole del presidente del Consiglio Matteo Renzi, a margine dell'incontro avuto oggi a Baghdad con il premier incaricato Haider Al Abadi.

Il capo del governo italiano, attuale presidente di turno del Consiglio dell'Ue, ha spiegato le ragioni del suo viaggio in Iraq, ricordando come l'Europa non sia solo spread e vincoli, ma sia nata per difendere una certa idea di mondo e di dignità dell'uomo.  Durante la sua visita nella capitale irachena, oltre al premier incaricato Haider al-Abadi, il Presidente del Consiglio ha incontrato il presidente Fuad Masum e il premier uscente Nouri al-Maliki.

Renzi ha poi raggiunto Erbil, nel Kurdistan iracheno, dove ha avuto colloqui con il presidente del governo regionale Mas'ud Barzani e con il primo ministro Nechervan Barzani.

Ultimo aggiornamento: mercoledì 20 agosto 2014